Chi Sono

 

Cosa ho fatto.
Ho lavorato per oltre 20 anni come creativo in alcune delle agenzie multinazionali più importanti a Milano, Londra, New York per clienti come BTicino, Campari, Cassina, Cesame, Chrysler, Citroen, Coca Cola/Fanta, ErbaVita, Ermenegildo Zegna, Fila, Gaggia, Heinz/Misura, illycaffè, il Sole 24 Ore, Jacuzzi, Lebole, Lloyd Adriatico, L’Oreal, Mec3, Microsoft, Nestlé, Parmalat, Renault, TreValli, Valentino Fashion Group e tanti altri.  Per loro ho fatto campagne stampa, tv, radio, web, scritto lettere di direct marketing, depliant, brochure, utilizzato mezzi tradizionali e alternativi insieme a tanti diversi grafici e art director. Però mi preme molto di più raccontarvi cosa posso fare oggi. Certo, anche grazie anche all’esperienza di cui sopra.

Cosa penso.
L’importanza delle idee è sempre più vitale. Supportata da nuove tecnologie, passaparola, istantaneità e contemporaneità della comunicazione una buona idea oggi può fare facilmente il giro del mondo. E mai come in tempi di crisi (che deriva dalla parola greca ‘scelta’) il mondo ha bisogno di scegliere strade e modi nuovi. Il vecchio paradigma sta crollando e il nuovo sta già spingendo per uscire allo scoperto. Per poterlo scorgere ci vogliono una mente aperta e occhi puliti, in grado di vedere oltre le solite etichette. Mantenendo vivo il fuoco che alimenta la passione per un’idea e una cosa ben fatta, che fa trasmutare un problema in un’opportunità. E che permette di creare nuovi modi di interpretare e di fare le cose. In fin dei conti la parola ‘cosa’ contiene già un prezioso avvertimento: ‘osa’.

Cosa faccio.
Chi fa il mio mestiere adesso non può pensare di scrivere solo testi o titoli ma deve sempre più entrare nel tessuto connettivo delle imprese e proporre nuove idee e modi di pensare che coinvolgano la comunicazione ma non solo. Sto parlando della strategia, del posizionamento e magari anche del modo di vendere o interpretare un prodotto/servizio. Per questo, come ha suggerito un pioniere del copywriting, è giunto il momento di crescere e di cambiare, anche nome. Da CopyWriter a ConceptWriter. 
Ecco, Marco Ribolla ConceptWriter. Mi sento già più a mio agio.

Cosa posso fare per voi.
Sono imprenditore di me stesso. Quindi rispetto e do valore all’imprenditorialità. Non voglio propormi come semplice fornitore ma avere un rapporto alla pari. Ragioniamo su un obiettivo e valutiamo insieme come raggiungerlo.